Pasqua · Ricette regionali · Torte

Pastiere di casa nostra

A Pasqua non possono mancare le pastiere napoletane… e siccome le prepariamo tutte, le raccogliamo qui, tutte insieme!

PASTIERA

 

Questa è di Elsa

 

 

Ingredienti per la pasta: 250 g di farina 0, 115 g di zucchero, 115 g di burro morbido, 1 uovo intero+ un tuorlo. Per il ripieno: 250 g di ricotta, 200 g di zucchero, 2 uova, 50 g di arancia candita, 200 g di grano, latte q.b., buccia grattugiata di 1 arancia e di mezzo limone, 1 bustina di vanillina, mezzo cucchiaio di cannella in polvere.

Procedimento: La sera precedente, mettere il grano in un pentolino e ricoprirlo col latte. Aggiungere  le scorze grattugiate, la vanillina e la cannella e far bollire per 5 minuti. Frullare e lasciar riposare in frigo per tutta la notte. La mattina successiva, preparare la pasta, amalgamando velocemente insieme tutti gli ingredienti, e lasciarla riposare in frigo per circa un’ora. Nel frattempo preparare il ripieno: in una terrina mescolare la ricotta con lo zucchero. Unire i tuorli, il grano preparato il giorno prima, l’arancia candita e, per ultimi, gli albumi montati a neve. Con i due terzi della pasta foderare uno stampo di circa 26-28 cm. Versare l’impasto e, con la pasta rimasta, formare la grata. Infornare a 180° per circa 40/45 minuti.

2017-04-15_15.34.36

Questa è quella di Giulia, che è tramandata di madre in figlia, ed ora è arrivata a lei.

 

 

 

 

Ingredienti per il ripieno: 1 barattolo da 580 g di grano cotto, 350 ml latte intero, 1 cucchiaio di burro, 1 bustina di vanillina, cedro e arancia canditi, 700 g di ricotta, 500 g zucchero, 7 uova, 1 fiala aroma di fiori d’arancio. Per la pasta frolla: 500 g di farina, 3 uova, 100 ml di olio di semi, 150  g di zucchero, bustina di vanillina.

Preparazione: In un tegame antiaderente, cuocere a fuoco lento il grano con il latte e un cucchiaio di burro, mescolando spesso, fino ad ottenere una crema, poi lasciare raffreddare. In un recipiente mescolare la ricotta con lo zucchero, le uova precedentemente sbattute, la vanillina, l’aroma di acqua di fiori d’arancio e i canditi, ed il grano freddo. Mescolare bene e lasciare riposare. Preparare una normale frolla e metterla a riposare in frigo per 30 minuti, avvolta nella pellicola per alimenti. Foderare due teglie con la pasta molto sottile, avendo cura di lasciare da parte un po’ di impasto per realizzare le classiche strisce per la superficie. Versare quindi la crema e decorare con le strisce di pasta, come per una normale crostata. Cuocere in forno ben caldo a 180-190° per almeno un’ora: durante la cottura, la crema assumerà un bel colore scuro, ma non vuol dire che la torta é pronta, lo sarà quando le strisce di pasta assumono il tipico colore dorato della pasta frolla cotta; durante la cottura, inoltre, la torta si gonfierà come se lievitasse e, una volta estratta dal forno, si sgonfierà di nuovo, ma é normale. A cottura ultimata spegnere il forno ma lasciatevi le torte, in modo che continuino ad asciugarsi gradualmente. Consumarla solo dopo che si è raffreddata completamente.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...