Piccoli consigli per…

CREARE IL SOTTOVUOTO. Per conservare i prodotti è necessario creare un perfetto sottovuoto. Per le conserve e le marmellate riempire i barattoli a prodotto ancora caldo lasciando un dito di margine, prendere il tappo assicurandovi che sia in buone condizioni e chiudere il vasetto ben stretto ma senza fare eccessiva pressione per non rischiare che questo si spacchi, poi capovolgere i barattoli e lasciare raffreddare la conserva. Per le verdure invece assicurarvi che queste siano coperte totalmente dall’olio/aceto, battere leggermente il barattolo sul tavolo e chiuderlo col tappo. Per assicurarvi di aver creato il sottovuoto premere con un dito al centro del tappo, se resta un avvallamento vuol dire che avete fatto un ottimo lavoro, in caso contrario vuol dire che non è andato a buon fine e che dunque è rimasta aria nel vasetto. Ripetere pertanto l’operazione.

ETICHETTE ADESIVE: Per togliere la colla delle etichette dalle varie superfici, coprirle con olio e lasciarlo assorbire perfettamente, dopo di che strofinare delicatamente e sciacquare

FORNO: Se nel forno pulito rimane un odore poco piacevole, accenderlo, versare una bustina di vanillina sulla base e farla “cuocere”. La vanillina evaporerà e il profumo sarà quello che si sente in pasticceria. Accendere il forno prima di fare in ogni ricetta, tranne dove sia espressamente richiesto il contrario.

PULIZIE SPECCHI: per evitare l’appannamento sugli specchi per l’umidità, strofinare con la schiuma da barba fino a scomparsa totale e senza risciacquo: durata del trattamento circa 1 mese.

PENTOLE: se si attacca e si brucia qualcosa in pentola, far bollire acqua e vanillina e risolverete il problema.

PROFUMARE LA CASA NATURALMENTE: Mescolare in una ciotola una manciata di chiodi di garofano, un cucchiaio di cannella in polvere, un cucchiaio di olio essenziale agli agrumi e lasciare  riposare per qualche minuto così che i chiodi assorbano i profumi degli altri ingredienti. Con una forchetta praticare dei forellini sull’intero limone e infilare in ognuno un chiodo di garofano aromatizzato. Su un foglio di alluminio versare il resto del contenuto della ciotola e avvolgere interamente il limone che andrà conservato così per qualche giorno. Una volta riposato e impregnato, scartarlo e avvolgerlo con un cordoncino così da poterlo apprendere dove vuoi per profumare la casa con la sua deliziosa fragranza.

Far bollire nel succo di mela delle stecche di cannella;

STERILIZZARE VASETTI VUOTI: IN PENTOLA è il metodo tradizionale e, senza dubbio, quello che richiede più tempo: Sul fondo di una pentola capiente inserire un canovaccio pulito. Poggiarvi sopra vasetti e tappi e, tra essi, infilare un altro canovaccio in modo che questi non urtino tra loro. Riempire pentola e vasetti con acqua fredda e lasciare bollire a fuoco basso per circa 30 minuti poi spegnere e lasciare raffreddare tutto in loco. Estrarre i vasetti e metterli ad asciugare capovolti su un canovaccio pulito. IN FORNO è un metodo molto usato di recente e più rapido del precedente: Preriscaldare bene il forno a 100° e inserire i vasetti per 5 minuti. Spegnere il forno e, non appena la temperatura inizia a calare, infornare anche i tappi e lasciare tutto dentro finchè i vasetti saranno completamente freddi. IN MICROONDE è un’altra soluzione rapida ma non si possono sterilizzare anche i tappi (questi ultimi in acqua bollente). È consigliabile usare questo metodo solo per alimenti caldi considerando che si fa poi raffreddare sottosopra, avviando così un processo di auto sterilizzazione del tappo. Vediamo dunque come sterilizzare i vasetti con il microonde: Mettere 2 dita di acqua in ogni barattolo e riporre nel microonde senza tappi (questi bollirli in acqua per 30 minuti e lasciarveli raffreddare). Lasciare scaldare per circa 2 minuti fino ad ebollizione, estrarre i barattoli, gettare l’acqua quindi metterli ad asciugare capovolti su un canovaccio pulito.

SACCA DA PASTICCERE FAI DA TE: questa tecnica è ottima soprattutto con le sacche piccole o medie per decorare con glasse ecc. Ritagliare un grosso triangolo dalla carta forno e arrotolarla, come per fare le cannette che si usavano da bambini, con la punta molto stretta e sottile e il lato opposto molto largo. Ripiegare verso l’interno la carta necessaria a livellare il bordo largo. Riempire con la crema e tagliare la punta per decorare.

TORTIERE E STAMPINI: nel silicone, l’impasto non attacca, ma spesso la base non cuoce bene come la superficie. Per risolvere il problema e dorare bene anche sotto, ungerli sempre con burro fuso. Se dovete imburrare e infarinare una tortiera o degli stampini “rugosi” come quelli in alluminio dei muffin, aiutatevi con burro fuso e pennello: farete più in fretta e meglio.

VASETTI PIENI. Questo procedimento è previsto solo per confetture, salse, succhi di frutta o conserve a breve cottura, e non per alimenti sott’olio e sott’aceto. Questo procedimento è identico a quello della sterilizzazione dei vasetti vuoi nella pentola, quindi seguire le stesse indicazioni e lasciare bollire per circa 20-30 minuti.

Annunci